CARTOON, VIDEO E BLOG. ECCO COME VESTO LE NEWS SUL WEB

di Valentina Parasecolo

Sarà stato il tema, sarà stato il pubblico di giovani, sarà stato che relatori così sono abituati a un linguaggio rapido e informale. Sta di fatto che “Rivestire l’informazione: i nuovi formati della notizia digitale” più che un noioso panel per addetti al settore è stato una chiacchierata tra operatori che hanno deciso di puntare sul multimediale e un pubblico interessato agli sviluppi del giornalismo nell’era del web 2.0.

I nuovi formati – L’incontro, curato da Vittorio Pasteris, giornalista esperto di multimedia, ha introdotto l’argomento della discussione: i modi in cui le notizie escono dalle tradizionali categorie (giornale, radio, televisione) per approdare a nuovi formati diffusi in rete, ma anche su telefonini e tablet. Video, infografica, blog e cartoon sono alcuni di questi e hanno tutti uno scopo: dare alla notizia una veste nuova, più appetibile, dinamica, interattiva.

Da Youreporter a blogo.it – Angelo Cimarosti ha raccontato l’esperienza del progetto di citizen journalism italiano più noto: Youreporter. Nata tre anni fa, è una piattaforma che raccoglie video e altri contenuti caricati direttamente dai cittadini: 16.500 giornalisti, 8.000 comuni coperti, 2 milioni di pagine visitate al mese. «Ma -avverte- ospitare tanti video costa. Un esempio? Abbiamo speso tra i 60 e i 70 mila euro solo lo scorso anno. Per questo dobbiamo ricorrere alle pubblicità per sopravvivere e per ora ce la facciamo». Francesco Magnocavallo, cofondatore di blogo.it (tra i leader italiani del nanopublishing), ha persino assicurato la platea: «Noi riusciamo a remunerare ogni persona che scrive per blogo.it. Si va dai tre euro in su, con multipli di cinque in base alla popolarità del blog». “Non male, visti i tempi che corrono”, hanno pensato in tanti tra il pubblico.

Quando il magnate incontra i creativi – Chi non ha visto “Beautiful LAB”? Quei video che, circolando tra social network e tv satellitare, raccontano in modo inedito le “soap opera” della politica e dello sport italiani? Il progetto nasce dall’incontro di Tiwi (animazione grafica), Effecinque (giornalisti ingegnosi e brillanti) e Sky che ha deciso di finanziare questa idea: offrire “news in motion”. Carola Frediani di Effecinque e Andrea D’Ambrosio di Sky.it hanno sottolineato il lavoro di ideazione, ricerca, scrittura e elaborazione grafica che viene fatto insieme al fine di produrre un contenuto di grande successo sul web e non solo.

Il giornalismo nel 2011 vive nell’incertezza di una crisi che travolge gli strumenti tradizionali. Internet è sul banco di prova: riuscire a trovare un sistema sostenibile per l’informazione è cruciale e cartoni animati, citizen journalism, filmati sono gli esempi di una ricerca eterogenea e vivace tipica di fasi schiacciate tra urgenza e cambiamento.

Lascia un commento

Archiviato in Retroincontri

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...