DAL BLOG AL QUOTIDIANO: LA VOCE DELLA DESTRA ANTIBERLUSCONIANA

di Diana Benedetti

«Un giornale piccolo ma antiberlusconiano». Non usa giri di parole Filippo Rossi, cronista e scrittore che fin dai primi giorni ha aderito al movimento finiano di Futuro e Libertà. Al festival del giornalismo di Perugia Rossi ha presentato una nuova testata che uscirà a maggio, chiamata “Il futurista”. Il mensile è una sorta di “seconda gamba” dell’omonimo blog che registra circa 150mila contatti al mese. Il sito di Rossi è un quotidiano on-line che si concentra sui temi politici culturali.

Da “Fare Futuro” al “Futurista” – A Perugia il finiano Rossi ha anche parlato della chiusura del sito “Fare futuro”, avvenuta per la mancanza delle risorse necessarie. Chiusura, secondo Rossi, voluta dall’alto a causa delle polemiche contro il governo Berlusconi. In seguito all’esperienza di “Fare Futuro” Rossi ha deciso di non arrendersi e di continuare a parlare di politica su internet. Molti i suoi interventi anche sul blog di “Generazione Italia” che ha dato voce alla destra scontenta dalla politica berlusconiana. Dalla rete alle edicole: la nuova testata avrà 44 pagine e uscirà a maggio. Non è previsto alcun tipo di finanziamento pubblico e Rossi ha spiegato che “Il futurista” non vuole essere un giornale di partito e sarà complementare al sito già esistente.
La politica secondo Rossi – Durante la conferenza Rossi ha anche parlato di possibili alleanze per battere Berlusconi. «Vedo molto più patriottismo nella sinistra piuttosto che nel Pdl o nella Lega e quindi non escludo a priori possibili accordi col Partito democratico» ha detto, non risparmiando una giudizio caustico su Berlusconi che «ha messo sotto i piedi l’onore dell’Italia». Opporsi con fermezza al Presidente del Consiglio è «una scelta politica», una «battaglia», che richiede anche alleanze con i partiti degli opposti schieramenti, sulla falsariga della buona collaborazione che sta vedendo protagonisti il Pd e Fli di Latina. Il messaggio di Rossi è chiaro: un’altra destra è possibile, anche senza Berlusconi e il web è necessario per catalizzare le voci di chi, pur da destra, non si riconosce nelle scelte del presidente del Consiglio.

Lascia un commento

Archiviato in Retrostampa

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...