INCONTRARSI PER AVVICINARSI

di Annalisa Fantilli

Un’apertura insolita quella con cui oggi è iniziato l’incontro “Rom ospiti sgraditi”, organizzato dall’Associazione giornalisti Scuola di Perugia. Alexìan e i suoi figli, di origine rom, con qualche strumento e tanta passione hanno offerto ad una platea gremita un assaggio musicale della loro cultura. Una cultura poco conosciuta, troppo spesso calpestata, che incontra continui problemi di integrazione.

Contro i luoghi comuni – In ogni dibattito si cerca di andare oltre i pregiudizi, oltre quei cliché che soffocano e costringono alla ghettizzazione un popolo. Oggi si è cercato di far parlare loro, i veri protagonisti: i rom. Quelli che troppo spesso fuggono dalle telecamere, quelli che sono oggetto solo di cronaca nera, quelli che non si confrontano né con i media né con il mondo esterno. La loro voce, nell’incontro, è stata espressa dalle parole di Santino Spinelli, in arte Alexìan, docente di lingua e cultura rom all’università di Chieti, e da Gabriella Capparelli, una giornalista del tg1 che ha vissuto sei mesi in un campo nomadi.

L’istruzione prima di tutto – I bambini rom spesso non sono mandati a scuola dalle loro famiglie, ma tra i primi motivi, denuncia Luca Bravi, docente all’università di Firenze, c’è una carenza scolastica nell’istruzione italiana, non ancora in grado di interpretare le esigenze rom e che «troppo spesso ripropone stereotipi e discriminazioni».

Un’eccezione – Un esempio positivo di integrazione viene offerto dal video di Martino Villosio. L’imprenditoria femminile rom vista attraverso un’antica sartoria che produce un marchio di eccellenza. «Che senso ha chiedere l’elemosina se si può andare a lavorare?», dice una sarta intervistata. Non ha senso, certo. Eppure troppo spesso sulle strade ci sono loro: a volte abbandonati dalle istituzioni, altre restii ad ogni aiuto. Un fenomeno complesso e variegato quello che oggi si è cercato di raccontare e che l’Associazione giornalisti Scuola di Perugia riproporrà in due incontri: il 12 maggio a Milano e il 16 giugno a Napoli.

 

Lascia un commento

Archiviato in Retroincontri

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...