È successo a noi…

Entriamo e ad accoglierci ci sono le bocce di vetro, i cioccolatini ancora incartati, il profumo del caffè. Uno sguardo alla stanza, ai tavoli e alle tovaglie rosse che per quattro giorni diventeranno un tappeto di portatili: la sala stampa dell’hotel Brufani ci saluta come l’abbiamo trovata. Da qui inizia il nostro secondo Festival.

Entusiasmo e qualche intoppo – Microfoni, telecamere, macchine fotografiche e pc. I ferri del mestiere sono pronti e ciascuno sa qual è il proprio compito. La macchina organizzativa è partita. Raccogliamo le prime interviste, montiamo il primo gr e i primi video. Dopo un paio d’ore siamo pronti per caricare alcuni prodotti sul nostro blog. Ma ecco un problema: la rete internet si fa desiderare, intermittente e lenta. C’è chi, dopo vari tentativi, sfoggia un tono volutamente tragico per dar voce a un attimo di sconforto: «Non trovi che sia veramente frustrante stare a fissare l’icona che gira?». Qualcuno prende il cellulare in mano e si affida al bluetooth. Altri cercano un’occupazione che non richieda l’uso del wi-fi. Dopo mezz’ora, manco a dirlo, tornano a imprecare davanti alla finestra di connessione. Speriamo che da domani vada meglio.

Impressioni e aspettative – Complici sole e festività del 25 aprile, in Corso Vannucci  i sempre riconoscibili turisti superano i passanti che hanno l’aria di dirigersi a un appuntamento del Festival. Al Teatro Pavone, però, durante  l’incontro con Gianni Minà , “Viaggio in 50 anni di storia del giornalismo italiano”, la platea è piena. In effetti, le aspettative su questo appuntamento erano alte anche in sala stampa. Uno di noi, dopo aver sentito l’intervista che Gennaro Carotenuto, storico del giornalismo, ha fatto al giornalista e scrittore italiano, ha commentato: «Nostalgico, ma istruttivo». La sensazione, insomma, è di aver avuto l’ennesima conferma che le lezioni migliori sono fatte di aneddoti.

 Ilaria Esposito

Lascia un commento

Archiviato in Retroscena

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...