Grazia: «Sul mio blog il Festival minuto per minuto»

Grazia La Paglia, 24 anni e una passione innata per il giornalismo. «A 5 anni – racconta – giocavo a imitare i conduttori dei telegiornali». Da sempre, l’amore per la scrittura. Che sia poesia o cronaca nera poco importa. A 22 il primo vero traguardo: la laurea in Giornalismo.

 Adrenalina sicula –  Al Festival è arrivata dalla sua Sicilia. Carica, entusiasta e con tanta voglia di mettersi alla prova. Nel suo blog raccoglie recensioni, poesie e interviste, con lo scopo di far conoscere un po’ di lei e dei suoi interessi. Ma in questi 5 giorni il suo diario on-line sarà dedicato esclusivamente  al Festival: impressioni, sensazioni ed esperienze vissute in quella che per quasi una settimana sarà la capitale del giornalismo internazionale.
«Non avevo mai incontrato così tanti professionisti di spessore – dice Grazia -. E per di più, l’incontro con gli altri volontari mi permette di confrontarmi sui temi del festival, conoscendo così punti di vista diversi dal mio».

Chitarra e clarinetto –  L’altra grande passione di Grazia è la musica: «Sono rimasta colpita dal fatto che il Festival riesca a coniugare musica e giornalismo di denuncia, quindi non posso proprio perdermi l’incontro di domani sera con Pierpaolo Capovilla, leader del Teatro degli Orrori». E anche su quest’avvenimento, Grazia assicura, se ne parlerà nel suo blog.

Un futuro incerto – Grazia è una pubblicista. E nel suo blog oggi ha parlato di un problema che ormai da tempo affligge la categoria: il precariato. «Stamattina – afferma – ho seguito il meeting dei giornalisti precari italiani. Il loro problema è il mio problema». Il futuro  lo vede molto incerto.  Ma non le mancano tenacia e perseveranza, necessarie per raggiungere il suo obiettivo: lavorare da professionista nel settore del giornalismo. «Proprio per questo motivo – conclude – non ho interrotto gli studi e a breve mi specializzerò in Comunicazione istituzionale». Un giorno, spera di potersi occupare di giornalismo politico.

Gianluca Ruggirello

Lascia un commento

Archiviato in Retrostampa

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...