Italia: prendere o lasciare?

Due ragazzi – un sudtirolese e un romano – e una Fiat 500 rossa. Sono questi i protagonisti del film documentario “Italy:love or leave it”, presentato oggi al Festival del giornalismo di Perugia, in occasione dell’incontro “Italia: restare o andare”. La pellicola è nata dall’idea dei registi Gustav Hofer e Luca Ragazzi, compagni di lavoro, come nella vita, che hanno voluto dare voce a chi vuole rimanere in Italia per cercare di cambiare il Paese. I due avevano già girato anni fa “Improvvisamente”, un film che ha fatto il giro di 200 festival internazionali, basato su inteviste a chi invece ha scelto di lasciare l’Italia per un futuro migliore. A presentare il documentario insieme ai due autori, la giornalista Caterina Soffici e Eleonora Voltolina, de larepubblicadeglistagisti.it.  

Il film– Per il viaggio Hofer ha deciso di utilizzare una vecchia 500 rossa. Una scelta curiosa, quella del giovane sudtirolese, giustificata dal fatto che quell’auto in passato è stata «il simbolo dell’Italia». «Un modo – aggiunge Hofer – per riconciliarsi con questo Paese». I due hanno incontrato un’operaia della Fiat in cassa integrazione, un volontario che aiuta gli immigrati vittime del caporalato a Rosarno e altre persone che non hanno accettano lo status quo, e che hanno comunque deciso di non abbandonare la loro terra.

L’Italia secondo Hofer–  Il regista, dopo aver vissuto a Vienna e a Londra, si è poi trasferito a Roma, dove vive insieme a Luca Ragazzi da oltre dieci anni. «Un paese ricco di culture, un’opportunità». Questo è il giudizio sul BelPaese di Gustav Hofer, che critica duramente la decisione presa l’anno scorso dal Presidente della Provincia di Bolzano Luis Durnwalder di non partecipare ai festeggiamenti per i 150 anni dell’Unità italiana. «Una scelta fuori tempo massimo» questo il suo commento. In un Paese «amato da tutti fuorché dagli italiani stessi», è indispensabile, conclude Hofer, recuperare un’autostima che da troppo tempo sembra perduta.

Diana Benedetti

Lascia un commento

Archiviato in Retroincontri

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...