Archivi tag: volontari

Una volontaria alla ricerca della libertà

Valentina è una volontaria del Festival del giornalismo di Perugia. Per la prima volta ha partecipato all’organizzazione e ora si dice entusiasta perché grazie a questa esperienza ha capito che il giornalismo è la sua strada. Nonostante i rischi che minano la propria libertà.

Raffaele Cappuccio

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Retrovideo

C’è tutto un mondo intorno

IMG_0758IMG_0750IMG_0747IMG_0820IMG_0746IMG_0765
IMG_0764IMG_0679IMG_0752

C’è tutto un mondo intorno, un set su Flickr.

I giovani volontari e i giornalisti lavorano in ogni dove e in tutte le “posizioni” per seguire il Festival. In sala stampa c’è una vera e propria bulimia di giornali. Appena fuori dall’hotel Brufani, invece, c’è chi, di lavorarne, non ne vuol sapere proprio niente!

Riccardo Milletti

Lascia un commento

Archiviato in Retrofoto

Twitta e ritwitta, alla fine qualcosa resta

Tweet, retweet, toptweet, trend topic. Se non fossimo al Festival internazionale del giornalismo che quest’anno dedica molti incontri ai social media, sarebbe da chiedersi di che cosa si sta parlando. Twitter, in pieno fermento già dalla scorsa edizione dell’evento, quest’anno regna su tutto e tutti. Qualsiasi cosa accade in qualunque location del centro di Perugia, dove si tengono gli appuntamenti del Festival, è commentata e documentata attraverso i cinguettii del celebre social network. Ma la novità dell’edizione 2012 è il team di ragazzi che si dedica al monitoraggio di tutti i tweet. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Retrostampa

ALISA, UNO SGUARDO SUL FESTIVAL DALL’AZERBAIJAN

di Claudia Bruno e Annalisa Fantilli

Alisa Bala viene dall’Azerbaijan. La sua passione per il giornalismo l’ha portata qui a Perugia, dopo aver scovato il programma del festival su internet: un lungo viaggio dalla sua città Baku al capoluogo umbro, facendo tappa a Istanbul e Roma. Giovanissima, 22 anni, nel suo Paese scrive per due giornali e cura un blog in tre lingue: azero (la sua lingua madre), inglese e russo. Scriverà anche del festival, che sta seguendo con passione ed entusiasmo, felice di potersi confrontare con colleghi da tutto il mondo.

Una vetrina internazionale – Il festival l’ha subito attratta per l’opportunità di incontrare personalità di spicco del giornalismo internazionale, fra cui Peter Horrocks, direttore di BBC Global News. Fra gli eventi che Alisa ha seguito con più interesse, quello dedicato al Messico dilaniato dal narcotraffico e quello sulle intimidazioni e le violenze che i giornalisti russi subiscono quotidianamente per portare a termine inchieste su corruzione e abusi nel loro Paese. All’incontro, organizzato dall’Associazione giornalisti scuola di Perugia, Alisa ha avuto anche modo di incontrare Oleg Kashin, reporter russo ridotto in fin di vita un anno fa mentre si occupava di un’inchiesta scomoda.

Pensando all’Azerbaijan – Vedere come lavorano giornalisti di nazioni diverse, permette ad Alisa di allargare lo sguardo oltre i confini del proprio Paese in cui – come ci racconta – la libertà di stampa è molto limitata e deve fare i conti con la censura governativa. Nel suo blog, in piccolo, tratta temi importanti di politica interna, sfruttando gli spazi di libertà disponibili. In primo piano anche le problematiche del giornalismo nell’era 2.0, fra mezzi tradizionali e l’invasione dei new media. Per questo, qui a Perugia, non perde un incontro sul futuro dell’informazione e sulla sua evoluzione alle prese con nuovi strumenti e rinnovate sfide.

Lascia un commento

Archiviato in Retrostampa